Previous
Next
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

Chiara Obino

Medico dentista e pluriprimatista mondiale di apnea con 3 record del mondo e 9 record italiani, Medaglia d’Oro al valore sportivo del CONI

La pluriprimatista mondiale di apnea si aggiunge ai sostenitori della mission della Fondazione

Chiara Obino, 44 anni, madre e medico dentista, è tra le cinque donne al mondo che hanno raggiunto i 100 metri sott’acqua.

Durante la sua carriera ha realizzato 3 record del mondo e 9 record italiani, vinto un Oro, un Argento e un Bronzo mondiale, 8 Titoli Italiani ed è stata insignita della Medaglia d’Oro al valore sportivo del CONI.

Della sua esperienza di vita racconta “Ho cominciato a fare apnea forse per caso, avendo dalla mia una grandissima passione per il mare, finchè è diventata una disciplina di vita. Il mare più che un luogo è per me un compagno di vita di cui ho scelto di viverne la dimensione più intima, sconosciuta e ostile, quella della profondità. Non c’è un ambiente in natura più lontano dalla realtà terrestre delle profondità marine, forse solo lo spazio.”

Chiara ha debuttato nel suo nuovo ruolo di ambassador in occasione del One Ocean Summit Young tenutosi a Milano il 22 Novembre, dove nell’occasione è salita sul palco conivolgendo i giovani studenti degli istituti superiori di Milano in uno speech motivazionale.

Della sua decisione di diventare ambassador di One Ocean Foundation dice “Apprezzo particolarmente l’attenzione dedicata alla divulgazione alle nuove generazioni, e la esistenza di un comitato scientifico interno a garanzia del loro valore. Portare avanti un lavoro contemporaneo su ricerca, elaborazione di contenuti scientifici e divulgazione di massa è un progetto grandiosamente ambizioso ed esserne parte è un privilegio assoluto”

Da sempre spinta da una forte passione per il mare, Chiara desidera essere da esempio per tutti le nuove generazioni e sottolinea l’importanza di impegnarsi attivamente per promuovere i principi della salvaguardia degli oceani, diventando protagonisti del cambiamento.