Previous
Next
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

13 Aprile 2020

Frammenti indesiderati

Microplastiche nel ghiaccio dell’antartico

  • < 1 minuti
photo-vince-unsplash
photo-vince-unsplash

Gli scienziati hanno trovato per la prima volta le microplastiche nel ghiaccio marino antartico. Le particelle trovate erano ancora di dimensioni relativamente grandi, il che significa che provenivano da inquinamento locale.

Fossero arrivate da più lontano sarebbero state in maggior stato di degrado e quindi più piccole. È la dimostrazione che l’inquinamento da plastica è diventato pervasivo in tutti gli oceani del mondo e che ora minaccia da vicino il Krill, anello base della catena alimentare di una gran parte dell’oceano.

Leggi l’articolo di Graham Readfearn su The Guardian
https://www.theguardian.com/world/2020/apr/22/microplastics-found-for-first-time-in-antarctic-ice-where-krill-source-food

Leggi anche:

  • 2 min.

Igor D’India e un caso da imitare

Igor D’India, esploratore, videomaker e ambassador di One Ocean Foundation ha intrapreso un cammino decennale per il salvataggio dell’Oreto, il…
  • < 1 min.

Come cambiano gli habitat degli animali marini

Quando il mare si riscalda, diminuisce il suo contenuto di ossigeno. Secondo uno studio dell’Università di Washington condotto dal Prof….
  • 2 min.

Con Alex Bellini nelle università italiane

Si è concluso con una tappa all’Università Bocconi il tour educativo del nostro Ambassador Alex Bellini in alcune tra le…