Previous
Next
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

4 Febbraio 2022

I coralli possono immagazzinare microplastiche nei loro scheletri

Gli scienziati stimano che in tutto il mondo i coralli possono intrappolare fino al 3% di tutte le microplastiche ogni anno

Gli scienziati stimano che in tutto il mondo i coralli possono intrappolare fino al 3% di tutte le microplastiche ogni anno, Le barriere coralline si trovano in genere vicino alle coste dove i corsi d’acqua inquinati possono defluire nel mare, posizionando i coralli in potenziali punti di accumulo di microplastica. Uno studio condotto dalla Justus Liebig University Giessen in Germania ha esposto i coralli in laboratorio alle microplastiche per scoprire dove sono immagazzinate le particelle all’interno dei coralli e stimare quanto è nascosto. Alcuni dei coralli osservati hanno consumato parte della spazzatura mentre altri hanno fatto crescere i loro scheletri sulle particelle. Dopo 18 mesi, la maggior parte dei detriti all’interno dei coralli era nei loro scheletri piuttosto che nei tessuti.

Dopo aver contato il numero di particelle intrappolate, i ricercatori stimano che tra quasi 6 miliardi e 7 quadrilioni di particelle di microplastica possono essere immagazzinate in modo permanente nei coralli di tutto il mondo ogni anno. “Non sappiamo quali conseguenze potrebbe avere questo stoccaggio per gli organismi corallini, o per la stabilità e l’integrità della barriera corallina”, afferma l’ecologa Jessica Reichert “Potrebbe rappresentare un’ulteriore minaccia per le barriere coralline di tutto il mondo”.

Leggi anche: