Previous
Next
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

19 Aprile 2022

ONU: nuovo trattato per proteggere la migrazione delle balene

Il nuovo trattato internazionale per proteggere queste meravigliose creature

In un nuovo rapporto del WWF, gli scienziati hanno tracciato la migrazione di oltre 1.000 balene in tutto il mondo utilizzando tag satellitari. Per la prima volta sono state tracciate in scala globale le rotte che le balene percorrono durante le loro migrazioni. Queste rotte rivelano anche quanto l’oceano stia diventando pericoloso per questi giganti. Il cambiamento climatico sta alterando i luoghi e i tempi in cui le balene possono trovare cibo in modo affidabile, mentre la pesca sta scartando reti e corde che possono intrappolare e annegare le balene. Nel frattempo, circa 11 miliardi di tonnellate di merci vengono spostate via mare ogni anno e le rotte di queste navi incrociano i percorsi delle balene in migrazione e di altri animali marini che possono essere colpiti e uccisi.

Gli stati membri delle Nazioni Unite hanno accettato nel 2017 di negoziare un trattato internazionale per la conservazione e l’uso sostenibile della biodiversità marina d’alto mare. Il trattato includerà modi in cui le aree marine protette potrebbero essere designate in alto mare, e queste aree potrebbero limitare le attività che minacciano le balene e altre specie marine in aree critiche per la loro sopravvivenza. Le aree marine protette create dai singoli paesi sono un modo per proteggere le balene da alcune di queste minacce. Si tratta di zone in cui alcune attività, come la pesca, sono limitate o proibite e attualmente, le aree marine protette coprono meno dell’8% dell’oceano.

 

Scopri di più

Leggi anche: