Previous
Next
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

20 Gennaio 2022

Il canto delle balenottere

Le balenottere comuni potrebbero aiutare gli scienziati a mappare ciò che si trova sotto il fondo del mare

I canti delle balenottere comuni possono arrivare fino a 189 decibel e ogni canto può durare fino a 5 ore. Un nuovo studio ha scoperto che i loro richiami sono abbastanza forti da penetrare nella roccia del fondale marino e gli echi che rimbalzano sulle rocce possono aiutare a rivelare la struttura della crosta terrestre.

Attraverso l’utilizzo di strumenti in grado di rilevare le onde che viaggiano attraverso il suolo, come quelle causate dai terremoti, si è scoperto che quando le onde sonore incontrano il fondale marino, parte dell’energia delle onde si converte in un’onda sismica, che attraverso l’utilizzo di strumentazioni specifiche possono aiutare gli scienziati a stimare lo spessore degli strati e la composizione delle rocce attraversate dall’eco.

Scopri di più

Leggi anche: