Previous
Next
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

11 Aprile 2020

Il Krill dell’antartico

Le grandi specie dipendono dalle piccole

  • < 1 minuti
Il Krill

Con il termine krill, di origine norvegese, si indicano diverse specie di creature marine. Questi piccoli crostacei vivono in tutti gli oceani del mondo, con particolare concentrazione nelle acque fredde e polari.
Sono importanti perché compongono lo zooplancton, cibo primario di innumerevoli specie di pesci, soprattutto il pesce azzurro, di balene, mante, squali balena, foche e uccelli acquatici.

Dall’uomo il krill viene pescato in abbondanza per essere usato negli integratori di Omega3 di cui è ricco, come mangime per acquacoltura e allevamento in acquario e come esca per la pesca. In Giappone e Russia orientale è consumato come cibo.

Il video, presentato da Rob King, biologo marino vede esperto in Krill della Australian Antarctic Division, mostra uno studio sull’effetto del C02 e del riscaldamento delle acque sulla capacità di riproduzione del Krill, senza la quale tutto l’ecosistema antartico collasserebbe.

Vedi Video
https://www.youtube.com/watch?v=OveU0YcjKgw

Leggi anche:

  • < 1 min.

Seconda edizione – Una prospettiva globale

One Ocean Foundation, in collaborazione con SDA Bocconi, McKinsey & Company e CSIC investe in un filone di ricerca pluriennale…
  • < 1 min.

La collaborazione con Letyourboat

One Ocean Foundation è supportata quest’anno dalla startup Letyourboat specializzata nelle vacanze in barca, recentemente premiata con l’Oscar per l’innovazione…
  • 3 min.

Installazione in Piazza della Scala a Milano

WePlanet insieme a OneOcean per celebrare la Giornata mondiale degli Oceani Weplanet guarda alla rinascita di Milano e dell’intero Paese….