Previous
Next
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

9 Agosto 2020

Il potenziale del fico d’India

Cibo, occupazione e biocarburanti dal deserto

  • < 1 minuti
photo Raychel Sanner @unsplash

L’umile fico d’india, proveniente dal Mediterraneo e diffuso in tutto il Sud America, è stato scoperto da un’azienda messicana come sorgente di biocarburante sostenibile. I vantaggi di una coltura che produce una gran quantità di alimenti richiedendo una quantità minima di acqua e i cui rifiuti non commestibili possono essere trasformati in biocarburanti, sono chiari. Non solo, ma il progetto ha un senso sociale, economico e ambientale. Questa società in espansione ha persino firmato un accordo con l’amministrazione della regione per fornire biocarburanti ai veicoli pubblici.

 

Scopri di più su come questo irto cactus contribuisce all’economia circolare:

https://www.bbc.com/future/article/20200521-mexican-cacti-a-sustainable-biofuel-from-the-desert

Leggi anche:

  • < 1 min.

6 schede da colorare per parlare del mare ai bambini

La salvaguardia del mare è priorità per il team di Luna Rossa Prada Pirelli.  “Ogni volta che usciamo ci imbattiamo…
  • < 1 min.

Il rapporto delle Nazioni Unite sugli accordi di Aichi per la biodiversità

Nel 2010, i leader di 196 paesi riuniti in Giappone avevano concordato un elenco di 20 obiettivi per salvare la…
  • 2 min.

Nuova attività di rilevamento sonoro nel Canyon di Caprera

One Ocean Foundation, grazie alla nuova partnership con il Centro NATO per la Ricerca Marittima e la Sperimentazione (NATO-CMRE STO)…