Previous
Next
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

13 Gennaio 2021

Il riscaldamento dell’oceano

E le sue conseguenze

  • < 1 minuti
photo: William Bossen

L’Intergovernmental Panel on Climate Change, gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici, riporta nel Fifth Assessment Report (AR5) che più del 90% dell’energia termica accumulata tra il 1971 e il 2010 è stata assorbita dall’oceano, mentre solo l’1% si trova nell’atmosfera.

Questo ha causato il riscaldamento dell’oceano a vari livelli, in diversi bacini e a diverse profondità: circa due terzi del calore sono stati assorbiti nei 700m superiori e un terzo al di sotto di questa profondità. L’aumento maggiore, circa 0,11 gradi centigradi per decennio nel periodo 1971-2010, ha interessato i 75m superiori. Le implicazioni di questo fenomeno sono ampie e rappresentano il punto di partenza di diversi positive feedback loops, in cui un riscaldamento iniziale innesca un feedback che amplifica gli effetti del riscaldamento successivo .

Le principali implicazioni dell’aumento della temperatura degli oceani sono:
– Innalzamento del livello del mare
– Interruzione del ciclo del carbonio
– Sbiancamento dei coralli
– Formazione delle acque di fondo (masse d’acqua più dense)

 

 

Credits to Maja Krass – Bachelor Thesis World Bachelor in Business Program: “How Private Vessels Can Aid Marine Scientific Research”, April 2020 “AR5 Synthesis Report – Climate Change 2014 – IPCC.” https://www.ipcc.ch/site/assets/uploads/2018/02/SYR_AR5_FINAL_full.pdf

Scopri di più sui positive feedback loops

 

 

L’innalzamento del livello del mare

 

L’interruzione del ciclo del carbonio

Lo sbiancamento dei coralli

La formazione delle acque di fondo

 

Leggi anche:

  • < 1 min.

Il nuovo report "Focus – Fashion Industry"

One Ocean Foundation, in collaborazione con SDA Bocconi Sustainability Lab e con il patrocinio di Camera Nazionale della Moda Italiana,…
  • 2 min.

L’eccesso di azoto e fosforo minaccia gli oceani

L’eccessiva concentrazione di azoto e fosforo proveniente da attività terrestri come l’agricoltura, le fognature, il deflusso industriale e la combustione di…