Previous
Next
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

13 Agosto 2020

La posidonia

Una pianta marina

  • < 1 minuti

La posidonia oceanica abita a dispetto del suo nome, esclusivamente il Mar Mediterraneo. È una vera pianta, provvista di radici, fusto, foglie, fiori e frutti e quindi non un’alga. Appartiene alle piante fanerogame, che si moltiplicano per riproduzione sessuata attraverso la fecondazione di fiori,  la maturazione di frutti e semi. La posidonia e le sue praterie rivestono un’enorme importanza per la vita del mare. Particolarmente protette dalle norme internazionali e nazionali, sono in pericolo soprattutto a causa della conduzione illegale della pesca a strascico e del disattento ancoraggio delle imbarcazioni.

Ossigeno nel mare!

Come ogni pianta anche la posidonia sfrutta il meccanismo della fotosintesi clorofilliana, ovvero attraverso la luce del sole rilascia ossigeno, fino a 20 litri di ossigeno al giorno per ogni mq di prateria. L’acqua in cui si trova deve essere limpida, così che la luce del sole possa raggiungerla.

Come accade agli alberi, in autunno le foglie di posidonia cominciano a cadere. Completamente brune, arrivano sul litorale formando talvolta grandi banchi chiamati banquettes.  La loro presenza indica la buona qualità delle acque marine.

 

guarda questo video

https://www.youtube.com/watch?v=-AEA2hX_cJc

 

 

 

Leggi anche:

  • < 1 min.

Il nuovo report "Focus – Fashion Industry"

One Ocean Foundation, in collaborazione con SDA Bocconi Sustainability Lab e con il patrocinio di Camera Nazionale della Moda Italiana,…
  • 2 min.

L’eccesso di azoto e fosforo minaccia gli oceani

L’eccessiva concentrazione di azoto e fosforo proveniente da attività terrestri come l’agricoltura, le fognature, il deflusso industriale e la combustione di…