Canyon di Caprera



One Ocean Foundation lancia il progetto “Canyon di Caprera” supportando l’associazione SEA ME Sardinia Onlus (www.seame.it),  impegnata da tempo in una ricerca pluriennale sui cetacei pelagici presenti in un’area di mare tra le 15 e le 30 miglia da Capo Ferro, Costa Smeralda, denominata proprio “Canyon di Caprera”.

L’area era sconosciuta al mondo scientifico prima di questi studi e si tratta della prima indagine a lungo termine dedicata allo studio dei cetacei e del loro habitat al largo della Sardegna. Gli otto anni di ricerche hanno evidenziato l’esistenza di un’area chiave ad elevata biodiversità per i cetacei nel Mediterraneo e per tutta la fauna marina pelagica, a poca distanza dalle coste galluresi e dalle Bocche di Bonifacio che separano la Sardegna e la Corsica (unico stretto all’interno del Santuario Pelagos). Sono state censite nell’area ben 7 delle 8 specie di cetacei regolari nel Mediterraneo occidentale: balenottera comune, capodoglio, zifio, grampo, delfino comune, stenella striata, tursiope. Gli studi in corso faciliteranno i progressi nella conoscenza dell’abbondanza, distribuzione, modelli di movimento, selezione e uso dell’habitat delle popolazioni di cetacei nel Mediterraneo, che saranno oggetto di pubblicazioni nella letteratura internazionale sottoposta a peer review.

Tra gli obiettivi del progetto, One Ocean Foundation e SEA ME si impegnano a ottenere entro il 2020 dati scientifici solidi realizzando un report per consentire la candidatura del Canyon di Caprera come Area di Importanza per i Mammiferi Marini (IMMA), sostenendone la conservazione e la tutela e contribuendo a sensibilizzare il pubblico più vasto sui temi della preservazione dell’ambiente marino.