Previous
Next
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email

11 Gennaio 2022

Reti fantasma

I nemici invisibili dell'oceano

Le reti fantasma sono reti da pesca o lenze che vengono perse o abbandonate nell’oceano, ma che ogni anno sono responsabili della cattura e dell’uccisione di un numero significativo di animali marini. Infatti, solo perché una rete non è più utilizzata dai pescatori non significa che smetta di funzionare. Queste reti continuano a intrappolare tutto ciò che incontrano, rappresentando una seria minaccia per la vita marina. Le reti fantasma non solo catturano pesci, ma impigliano anche tartarughe marine, delfini, squali, uccelli, foche e altro ancora.

Una volta che un animale finisce nelle reti, queste lo intrappolano impedendogli di muoversi e causando lesioni di diversa entità. Per animali marini come cetacei e uccelli, le reti fantasma possono intrappolare così tanto da impedire la risalita in superficie per respirare, causando così la morte di questi animali. Le reti fantasma rappresentato inoltre un massiccio contributo alla crisi della plastica oceanica poiché la maggior parte di queste è realizzato in nylon o in altri composti di plastica

Leggi anche:

La dottoranda Annalisa Azzola spiega le conseguenze del cambiamento climatico su questi delicati organismi marini

“I coralli sono gli “architetti” dell’ambiente marino ” spiega Annalisa Azzola, Dottoranda in Scienze e tecnologie del Mare presso il DISTAV,…

Le balenottere comuni potrebbero aiutare gli scienziati a mappare ciò che si trova sotto il fondo del mare

I canti delle balenottere comuni possono arrivare fino a 189 decibel e ogni canto può durare fino a 5 ore….